[vc_row][vc_column][vc_column_text css_animation=”none”]

Simulazione di atto di appello esame avvocato 

[/vc_column_text][vc_column_text css_animation=”none”]

Natura della responsabilità contrattuale 

[/vc_column_text][vc_empty_space][vc_text_separator title=”LA TRACCIA” i_icon_fontawesome=”fa fa-question” add_icon=”true”][vc_column_text css_animation=”none”]In data 20.10.2006, la società Alfa, nota azienda di produzione di armi, stipulava con la Scuola allievi Carabinieri di Roma un contratto per la fornitura di proiettili a salve, da utilizzare durante le esercitazioni. Sottoscritto il contratto, la Scuola carabinieri di Roma ha inviato lo stesso al Ministero della Difesa per ottenerne l’approvazione, così come prescritto dalla Legge. Per mera inerzia il Ministero non ha mai ratificato l’accordo.
Con atto di citazione del 21.01.2014, Alfa ha convenuto dinanzi al Tribunale di Roma il Ministero della Difesa, il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, e la Scuola Allievi Carabinieri di Roma chiedendone la condanna al risarcimento dei danni subiti in conseguenza della mancata approvazione, ai sensi di Legge, del contratto stipulato inter partes in data 20.10.2006. Si costituivano il Ministero della Difesa, il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, e la Scuola Allievi Carabinieri di Rom eccependo l’estinzione per prescrizione del credito.
Il Tribunale adito, con sentenza del 24 giugno 2016, ha rigettato la domanda, essendosi il credito estinto per prescrizione, ai sensi dell’art. 2947 c.c..
Premessi brevi cenni sulla tipologia e sulla natura della responsabilità delle Amministrazioni convenute, nelle vesti di difensore della società Alfa, rediga il candidato atto di appello avverso la suddetta sentenza.
[/vc_column_text][vc_text_separator title=”LA SOLUZIONE” i_icon_fontawesome=”fa fa-question” add_icon=”true”][vc_empty_space][vc_column_text css_animation=”none”]

CORTE DI APPELLO DI ROMA

ATTO DI CITAZIONE IN APPELLO

Per Alfa, con sede in ____, codice fiscale e numero di iscrizione al registro delle imprese di ____ n. ____ in personal del legale rappresentante pro tempore sig. _____, c.f._____ residente in ___ alla via ___, elettivamente domiciliata presso lo studio dell’avvocato ______, c.f. ______ che la rappresenta e difende, giusta procura in calce al presente atto, e che dichiara di voler ricevere le comunicazioni al numero di fax ____, pec___

appellante

NEI CONFRONTI DI

Ministero della Difesa, Comando generale dell’arma dei Carabinieri e scuola allievi Carabinieri di Roma con l’avv. ____

Appellati

Per la riforma della sentenza del Tribunale di Roma, non notificata, n____ depositata il ____

FATTO

Con atto di citazione, ritualmente notificato, del 21.10.2014 Alfa ha convenuto in giudizio avanti il Tribunale di Roma il Ministero della Difesa, il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri e la Scuola allievi carabinieri di Roma chiedendone la condanna al risarcimento dei danni subiti in consguenza della mancata approvazione, a norma di legge, del contratto stipulato tra le parti in data 20.10.2006 col quale venne prevista la fornitura di proiettili a salve.
Il contratto fu inviato, come previsto dalla normativa vigente, al Ministero della Difesa per l’approvazione della stessa, ma quest’ultimo per mera inerza non ha provveduto alla sua ratifica.
Costituitesi le Pubbliche Amministrazioni convenuti, esse hanno eccepito l’estinzione per l’intervenuta prescrizione del credito. Il Tribunale di Roma ha rigettato la domanda di parte attrice, poiché 9 si sarebbe il credito estinto ex art. 2947 c.c..
Con il presente atto di citazione in appello la società Alfa, richiamandosi agli atti del primo grado di giudizio, intende proporre appello avverso la sentenza ___ del Tribunale di Roma poiché meritevole di riforma integrale per i seguenti motivi di

DIRITTO

  1. Le parti della sentenza che si intendono impugnare.

Ivi si intende impugnare integralmente il capo della sentenza del tribunale di roma n. ____ contenente la motivazione con cui il citato Tribunale ha rigettato le domande di Alfa poiché  prescritte ai sensi dell’art. 2947 cc. Di conseguenza, si intende impugnare anche il dispositivo della sentenza contenente il rigetto della domanda proposta.

2. Sull’errata ricostruzione in diritto della sentenza del Tribunale di Roma n. _____.

Come indicato, il Tribunale di Roma ha erroneamente rigettato la domanda di parte attrice, dichiarando estinto il credito a norma dell’art. 2947 cc. Questo articolo espressamente dichiara che il diritto al risarcimento danno da fatto illecito si prescrive in cinque anni dal giorno in cui esso si è verificato.
Il Tribunale ha pertanto interpretato il credito come derivante da fatto illecito ex art. 2043 cc.
Ma ciò è errato, per le ragioni che seguono.
Occorre primamente definire la natura delle responsabilità delle convenute.
Si parta dalla Sentenza delle Sezioni Unite n. 500/1999, da ritenersi sistematica per la propria valenza. Tale sentenza, nel ricondurre la responsabilità della Pubblica Amministrazione alla c.d. responsabilità aquiliana ex art 2043, da ultimo stabilisce che “anche la lesione di un interesse legittimo, al pari di quello di un diritto soggettivo,può essere fonte di responsabilità aquiliana, e quindi dare luogo ad un risarcimento del danno ingiusto, a condizione che risulti danneggiato, per effetto dell’attività illegittima della p.a., l’interesse al bene della vita al quale il primo si correla, e che detto interesse risulti meritevole di tutela alla stregua del diritto positivo”.
Successive sentenze della Corte di Cassazione hanno argomentato nel senso di dichiarare “la natura necessariamente non contrattuale della responsbilità civile dell’amministrazione pubblica” (Cass. civ., sentenza 7733/2004).
Altre pronunce della medesima Corte hanno stabilito che la responsabilità della P.A. “è più vicina ad una responsabilità di tipo contrattuale” giacché i principi di efficienza, economicità e di partecipazione del privato al procedimento amministrativo portati dalla L. 241/1990 avvicinano “il fenomeno tradizionalmente noto come lesione dell’interesse legittimo” ad un “inadempimento alle regole di svolgimento dell’azione amministrativa, ed integra una responsabilità che è molto vicina alla responsabilità contrattuale” (Cass. civ., sentenza 157/2003).
Ciò premesso, nel caso di specie si rinviene una responsabilità contrattuale delle PP.A.. convenute e non una responsabilità per fatto illecito ex art. 2043 cc.

Si parta dall’art. 1173 che nell’elencare le fonti delle obbligazioni indica anche “ogni altro atto o fatto idoneo a produrle“. Partendo da questo dato normativo, la giurisprudenza ha teorizzato il c.d contatto sociale qualificato ovverosia quella forma di responsabilità peculiare con la quale -prevedendo e presupponendo una relazione tra soggetti implicante precisi doveri di comportamento- fa corrispondere alla violazione di questi un diritto al risarcimento del danno ex art. 1218 cc di natura contrattuale (ca ultimo: Cass civ., sentenza 833/2015).
Partendo dalla teoria suesposta ci si ricollega al c.d. principio dell’affidamento, da leggersi ed interpretarsi quale inadempimento contrattuale e non extracontrattuale.
Tornando al caso di specie, come evidenziato Alfa ha stipulato un contratto con la Scuola Allievi Carabinieri di Roma per una fornitura di proiettili a salve. Detto contratto, come previsto dalla legge, per il perfezionamento necessita la previa approvazione del MInistero della Difesa. Essa è mancata per inerzia di quest’ultimo,
Alfa pertanto lamenta non già l’esercizio illegittimo (od il mancato esercizio) della Pubblica Amministrazione – che legittimerebbe un risarcimento di natura extracontrattuale- ma la violazione di regole procedimentali della PA.
Data la natura contrattuale dell’inadempimento, si applicherà l’art. 2946 cc così che il termine prescrizionale sarà quello ordinario di 10 anni e nn già già anni cinque come previsto dall’art. 2947 cc.
In un caso analogo la Corte di Cassazione ha similmente statuito che “l’eventuale responsabilità dell’amministrazione, in pendenza dell’approvazione ministeriale, deve essere configurata come responsabilità precontrattuale ex artt 1337 e 1338 cc, inquadrabile nella responsabilità di tipo contrattuale da “contatto sociale qualificato”, inteso come fatto idoneo a produrre obbligazioni, ai sensi dell’art. 1173 cc e dal quae derivano, a carico delle parti. non obblighi di prestazione ai sensi dell’art. 1174 cc, bensì reciproci obblighi di buona fede, di protezione ed informazione, ai sensi degli artt. 1175 e 1375, con conseguente applicabilità del termine decennale di prescrizione ex art. 2946 cc“.
Tutto ciò premesso Alfa, nella persona del legale rappresentante pro tempore, come sopra rappresentata difesa e domiciliata

CITA

Ministero della Difesa, Comando generale dell’arma dei Carabinieri e scuola allievi Carabinieri di Roma -in persona dei legali rappresentanti pro tempore, elettivamente domiciliate presso lo studio dell’avv. _____ a comprarire innanzi all’ecc.ma corte di appello di Roma, giudice e sezione designandi, presso le note sedi, all’udienza che sarà tenuta il ___, ore di rito, invitandoli a costituirsi nel termine di 20 giorni prima di detta udienza, ai sensi e nelle forme stabilite daglia rtt 166 e 347 cpc, con l’avvertimento che la costituzione tardiva comporterà le decadenze di cui agli artt 38, 161 e 343 cpc e che in loro assenza si procederà in loro contumacia per ivi sentire accogliere le seguenti

CONCLUSIONI

Voglia l’Ill.ma Corte adita, in integrale riforma della sentenza ___ del Tribunale di Roma depositata il _____:

  • accertare e dichiarare, per tutte le ragioni meglio esposte in nerrativa, il diritto di Alfa al risarcimento del danno in ragione del contratto ____;
  • condannare conseguentemente gli appellati in solido tra loro, ai sensi dell’art. 1218 cc al risarcimento dei danni subiti quantificati in euro ___ o nella misura ritenuta di giustizia.
  • Con vittoria di onorari spese e competenze oltre IVA e CPA.

Si allegano i seguenti documenti:

  1. procura speciale di ___
  2. copia uso impugnazione della sentenza __ del Tribunale di Roma;
  3. Fascicolo di primo grado di parte.

Ai sensi e per gli effetti del DPR 115/2002 si dichiara che il valore della presente controversia è pari ad euro ____.

________, lì _____

Avv._____  (firma)[/vc_column_text][vc_cta h2=”Leggi e scarica la procura alle liti 2017 per l’esame avvocato” use_custom_fonts_h2=”true”]

Leggi e scarica la procura alle liti 2017 per l’esame avvocato

[/vc_cta][/vc_column][/vc_row]